Projects

In questa pagina saranno raccolte le indicazioni sui progetti collaterali connessi allo sviluppo di Aquinas, ora assorbito nel progetto

lionsL.I.O.N.S.

Landscapes of Identities: Organising Nobility and its Spaces in Central Italy

 

Finalità del Progetto

Accanto ad una collaudata quanto necessaria ricostruzione ambientale e topografica, effettuata in linea preliminare seguendo procedure di registrazione – catalogazione – classificazione rielaborando le schede di unità topografiche della cartografia archeologica, ed ultimato il lungo riesame delle fonti scritte, che ha impiegato decenni di studio (si veda la prima fase del progetto Aquinas, Pietrobono 2015, attualmente in fase di completamento), tra le molte possibili domande di ricerca si sono delimitate le seguenti problematiche relative agli spazi urbani ed identità dei gruppi sociali che hanno operato al suo interno:

  • Quali sono le indicazioni deducibili dalle fonti monastiche (prevalente bacino di informazione per l’area nell’alto medioevo) e non monastiche, che specularmente permettano di comprendere la formazione di gruppi signorili in competizione con i monasteri per la supremazia sul territorio? Quali altri elementi documentali lasciano percepire nel paesaggio la presenza di nuovi poteri e di nuovi spazi territoriali ed insediativi nel corso dei secoli?
  • Quali sono le indicazioni fornite dal dato materiale archeologico nel paesaggio a completare il quadro relativo alle fonti scritte, procedendo oltre le macrostrutture architettoniche?Attraverso quali altri indizi di attività antropica il paesaggio riflette ancora oggi la differenza tra le due sfere di potere e sociali? In che misura fonti scritte e tradizioni orali hanno influito nel determinare la percezione contemporanea del paesaggio medievale e moderno?
  • In che misura le strutture fisiche pervenuteci nel paesaggio attuale trasmettono oggi indizi o prove per la lettura della trasformazione del contesto ambientale, sociale ed economico ad esso relativo? Quali dinamiche e gerarchie sono suggerite dalla suddivisione degli spazi sociali allorché riconoscibili?
  • In che misura è possibile ricostruire la formazione dei centri di potere nel territorio, che sono spesso, ma non sempre, coincidenti con la costruzioni dei castelli? In che modo si può specificare la vasta gamma di possibili “strategie” sottesa all’erezione di una singola struttura fortificata ed in che misura essa aderisce a piani locali o di più ampia portata (regionale, nazionale, etc)?

Tali questioni hanno evidenziato la difficoltà di mantenere gli studi all’interno di contesti regionali restrittivi anche qualora si voglia semplicemente affrontare le problematiche relative ad un solo sito. Esse non hanno un valore esclusivamente speculativo, ma possiedono un accentuato potenziale anche nel campo della tutela del paesaggio, per come oggi intesa sul piano legislativo regionale, nazionale ed internazionale. Ne è nato perciò un programma di studi, denominato L.I.O.N.S (Landscapes of Identities: Organising Nobility and its Spaces in Central Italy), che si svolge nel triennio 2015-2017 supportato da forze locali, con lo scopo di mettere a fuoco l’identità ed il ruolo delle famiglie signorili nelle comunità civiche di un esteso territorio di frontiera, in costante confronto con l’emergere ed il potenziarsi delle signorie monastiche e ecclesiastiche, ed il loro contributo nel plasmare quel paesaggio che oggi si è impegnati a tutelare “relativamente a quegli aspetti e caratteri che costituiscono rappresentazione materiale e visibile dell’identità nazionale, in quanto espressione di valori culturali” (D.Lgs 42/2004 smi, art. 131, co.2). Tale definizione del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, certamente complessa e da interpretare (Immordino, Cavallaro 2012, p. 992), ha imposto in linea preliminare di approfondire il concetto di “identità” nel paesaggio (Pietrobono 2016a) e riconoscerne i “valori culturali”.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s