Orvieto e S. Tommaso

raffaello_stanza_di_eliodoro_messa_di_bolsenaLa solennità del Corpus Domini emerse nel 1247 a Liegi in Belgio, per ricordare la  presenza reale di Cristo nell’eucarestia. All’epoca questa realtà era stata negata da Berengario di Tours, il quale ne sosteneva solo un valore simbolico.

Nel 1263 il sacerdote Pietro da Praga, mentre celebrava sull’altare di Santa Cristina di Bolsena, fu tentato dal demonio a  dubitare della realtà della presenza di Cristo vivo nell’eucarestia, ma la particola divenne immediatamente sanguinante mentre ne celebrava la consacrazione. miracolo-bolsenaIl papa, all’epoca ad Orvieto, fu  subito raggiunto e consultato sul da farsi. Appurato l’avvenuto miracolo dal vescovo di Orvieto, inviato a Bolsena ad indagare coadiuvato (secondo la legenda) da Bonaventura e Tommaso, fu deciso di proclamare un giorno di festa per commemorare l’evento ed esaltare la natura dell’eucarestia. Come Bonaventura da Bagnoregio, anche Tommaso era docente presso lo Studium Orvietano negli anni tra 1261 e 1264.

L’ 11 agosto 1264 il Papa Urbano IV, da Orvieto, stabilì con la bolla Transiturus che la festività del Corpus Domini fosse estesa all’intera cristianità. Le reliquie furono portate nella cattedrale di S. Maria Prisca ad Orvieto. Il Duomo che oggi si può ammirare fu innalzato a ricordo dell’evento su commissione del vescovo Francesco Monaldeschi, da Bagnorea (Bagnoregio). La prima pietra fu posata nel 1290.

638San Tommaso d’Aquino fu ad Orvieto tra il 1261 ed il 1265; a seguito del miracolo eucaristico di Bolsena, il papa Urbano IV gli commissionò la scrittura dell’Officium del corpus Domini. Una serie di contributi sul tema possono essere letti qui.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s