Napoli e la cella di S. Tommaso

na_c2_sdomenico_b_crocifisso_su_tavola_xsecolo_xiixTra 1272 e 1274 il santo teologo visse a Napoli, a S. Domenico Maggiore, per insegnare nello Studio teologico istituito nello stesso convento, dove oggi può essere visitata, previo accordo o nel corso di speciali momenti, il corridoio e la cella.

1280px-ChiesaSanDomenicoMaggiore
“Chiesa San Domenico Maggiore” di Il Sistemone – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

Il dormitorio detto di San Tommaso venne ristrutturato entro il 1685, dopo la quale data si possono datare i 25 dipinti raffiguranti le storie della Vita di San Tommaso, ai due lati del corridoio, agli ingressi alle celle dei frati, forse dovuti a Domenico Viola. Al piccolo ambiente si accede tramite un portale in marmi coronato dal busto del santo, resa cappella nel settecento dall’architetto Muzio Nauclerio. Sull’altare è stata posta la tavola duecentesca raffigurante la Crocifissione di fronte alla quale il santo in preghiera ebbe la visione di Gesù Cristo.

Vedi pure qui

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s